Comune di Acireale

Comune di Acireale – Città di Acireale – Storia di Acireale

COMUNE DI ACIREALE
I comuni congiunti ad Acireale sono: Aci Castello, Aci Catena, Aci Sant’Antonio, Giarre, Riposto, Santa Venerina, Zafferana Etnea.

Il sito ufficiale del comune di Acireale è:

http://www.comune.acireale.ct.it/

 

LA STORIA DI ACIREALE
ACIREALE, conosciuta anche come la riviera dei limoni, è un comune di 52.206 abitanti della provincia di Catania (dista 15 Km da Catania). In siciliano Acireale si pronuncia Aciriali o Jaci. Gli abitanti di Acireale si chiamano Acesi o jacitani in siciliano.

Sulle origini di Acireale ci sono molte incertezze, la città di Acireale presenta oggi uno stile tipo le città tardo-medievali della Sicilia.

Aci era un pastore, una divinità della mitologia greca, da cui prese il nome la città di Acireale. Aci si innamorò di Galatea, di cui a sua volta era innamorato il ciclope Polifemo, che uccise Aci, schiacciandolo sotto un masso e con il sangue di Aci, nacque un fiume che i greci chiamarono Akis, da qui prende il nome la sorgente di una Santa Maria la Scala, “u sangu di Jaci” ovvero il sangue di Aci.

A tempo dei bizantini Acireale veniva chiamata: Jachium, successibamente “Al Yag” con gli arabi, quindi Aquilia con gli spagnoli e infine nel 1642, il nome Acireale fu attribuito alla città da Filipo IV di Spagna.